SERVIZIO CLIENTI

Il mio carrello:
0 articolo - 0,00 €
Non hai articoli nel carrello.

0

Minerali e Oligoelementi

 

  • Relaxomag - NutriLife Shop - 90 capsule vegetali
    16,50 €

    Relaxomag

    -- 90 capsule vegetali --
    Un alleato efficace nella lotta contro il sovraccarico da lavoro, il nervosismo e la tensione muscolare
  • Daily Dose Iron B9
    12,50 €

    Daily Dose Iron B9

    -- 30 Dosi granulati orodispersibili - 800 mg --
    Carenze? Daily Dose Iron B9, la vostra carta vincente per tanta energia in più e una salute di ferro!
  • Zinco Nutrilife - NutriLife Shop
    16,00 €

    Zinco Nutrilife

    -- 120 capsule vegetali - 15 mg --
    Stimola il sistema immunitario. Migliora la fertilità maschile
  • Selenio - NutriLife IT
    14,00 €

    Selenio

    -- 60 capsule vegetali - 100 mcg --
    Selenio: un oligoelemento essenziale
  • Bioperine - NutriLife Shop
    9,00 €

    Bioperine

    -- 60 capsule vegetali - 10 mg --
    Aumenta la biodisponibilità di nutrimenti e ne conserva la proprietà
  • Potassio - NutriLife Shop
    15,00 €

    Potassio

    -- 120 capsule vegetali - 100 mg --
    Un minerale per controllare il livello d’acidità nel corpo
  • Cromo Picolinato - NutriLife Shop
    17,90 €

    Cromo Picolinato

    -- 60 capsule vegetali - 185 mcg --
    Cromo Picolinato: favorisce la buona assimilazione degli zuccheri
  • Bioperine - NutriLifeShop Italia
    11,00 €

    Bioperine

    -- 60 compresse - 10 mg --
    Aumenta la biodisponibilità di nutrimenti e ne conserva la proprietà

8 Prodotti/o

Griglia  Lista 

Minerali e Oligoelementi

A cosa servono i minerali e gli oligoelementi?

I minerali e gli oligoelementi sono micronutrimenti estremamente preziosi per il corpo. Contribuiscono a un gran numero di reazioni chimiche nell’organismo e possono spesso rivelarsi interdipendenti: quando anche solo uno di essi manca all’appello, tutta l’organizzazione non funziona bene o si trova alterata!

L’organismo non ha la capacità di produrre da solo gli oligoelementi necessari al suo funzionamento. Può immagazzinarne alcuni, ma non può produrli. È questa la ragione per la quale essi vengono apportati attraverso la nostra alimentazione quotidiana.

Il bisogno va differenziato in funzione dell’età, ma deve essere variato anche in funzione dello stato di salute, del grado di stress, dello stile di vita (consumo di tabacco e di alcool, ritmo di vita, sonno), dell’attività e delle sollecitazioni fisiche o intellettuali.

Un buon apporto in minerali e oligoelementi dipende anche dalle vostre abitudini alimentari e della preparazione degli alimenti: frutta e verdura con o senza buccia, alimenti cotti o crudi, cucina genuina o piatti industriali... Non tutto ha lo stesso valore nutrizionale in materia di microelementi! Non vi sbaglierete privilegiando frutta e verdura fresca, farine integrali invece di quelle bianche, olii a prima spremitura a freddo.

Quali sono le fonti più interessanti di minerali e oligoelementi?

Il ferro è presente nell’emoglobina dei globuli rossi che trasportano l’ossigeno verso le cellule. Questo oligoelemento è indispensabile all’integrità del sistema immunitario e permette all’organismo di essere più resistente e di combattere meglio le infezioni stagionali. Fonti alimentari di ferro eminico (ferro di origine animale): vongole, fegato di maiale, sanguinaccio, rognone d’agnello. Fonti alimenti del ferro non-eminico (ferro di origine vegetale): fiocchi d’avena, crusca di grano, spirulina, fagioli di soia, tofu.

Il rame è imperativamente implicato nella sintesi dell’emoglobina (proteina che permette il trasporto dell’ossigeno nel sangue). Mantiene le articolazioni e i tessuti congiuntivi (pelle, tendini, cartilagine, legamenti) in buona salute. Fonti alimentari: pesci e frutti di mare, volatili, fegato, legumi verdi, legumi secchi, aglio, broccoli, soia, piante oleifere, arancia.

Lo zinco è essenziale allo sviluppo degli organi sessuali, al buon funzionamento della prostata, alla cicatrizzazione delle ferite cutanee, alla sintesi delle proteine e del patrimonio genetico. Fonti alimentari: cozze, ostriche, semi di zucca, cereali integrali, legumi secchi, tuorlo d’uovo, volatili, pesci.

Il cromo favorisce la captazione del glucosio dai muscoli e dal fegato, permettendo così una gestione migliore dello zucchero sanguigno (glicemia). Fonti alimentari: cereali integrali, germe di grano, lievito di birra, fagioli verdi, broccoli, asparagi, patate, noci, tuorlo d’uovo, fegato di vitello.

Il manganese è implicato nella sintesi dei glucidi, la riproduzione e il funzionamento del sistema immunitario. Permette di combattere efficacemente i radicali liberi. Fonti alimentari: mandorle, ananas, frutta secca, noci, cereali integrali, cacao, tè, tuorlo d’uovo.

Il selenio è un potente antiossidante. Gioca un ruolo importante nel funzionamento della tiroide, nella stimolazione dell’immunità e nella disintossicazione dell’organismo. Previene anche la compagna di alcuni cancri. Fonti alimentari: noci del Brasile, frutti di mare, pesci, volatili, funghi, uova, aglio, broccoli, cereali integrali.

Lo iodio è necessario alla produzione degli ormoni tiroidei (T3 e T4), che intervengono in modo essenziale nella regolazione del metabolismo di base e della temperatura corporea. Essi assicurano il buon consumo energetico del corpo. Fonti alimentari: alghe brune, olio di fegato di merluzzo, molluschi.

Il boro migliora l’assorbimento intestinale di calcio e riduce anche la perdita di densità ossea. Può prevenire l’osteoporosi e alleviare le articolazioni dolorose. Fonti alimentari: avocado, arachidi, prugne, uva, cavolo, lattuga, porro, sedano.

Il molibdeno interviene nel metabolismo di alcuni aminoacidi dello zolfo e dell’acido urico. Contribuisce alla solidità dei denti e alla crescita armoniosa delle ossa. Fonti alimentari: legumi secchi, aglio, cereali, interiora, prodotti del latte.

Il vanadio gioca un ruolo nel funzionamento della tiroide, della formazione delle ossa e dei denti, del metabolismo degli acidi grassi e del zucchero sanguigno. Fonti alimentari: pepe nero, funghi, frutti di mare, prezzemolo.

In quali casi è opportuno ricorrere a minerali e oligoelementi?

Un’integrazione può essere necessaria per riequilibrare o ridare al corpo gli elementi di cui ha bisogno. In caso di carenza accertata, ma anche in alcune forme di malattie o particolari dolori, l’apporto di minerali ed elementi può rivelarsi estremamente benefico. Per esempio, il selenio e lo zinco hanno la particolarità di aiutare a limitare i rischi di malattie croniche. Lo zinco è un attore essenziale per rallentare gli effetti del tempo e combattere l’invecchiamento della pelle. Il magnesio si rivela un aiuto prezioso contro i crampi, l’artrosi, ma è anche raccomandato agli spasmofili per i suoi benefici sull’iperreattività legata allo stress ( molto spesso, infatti, la carenza di magnesio si installa quando lo stress quotidiano e l’inquinamento di oggi ne aumentano i bisogni!) L’assunzione di calcio può prevenire i rischi di osteoporosi, mentre l’assunzione di potassio può contribuire a regolare la tensione arteriosa.

Quali sono i segni di carenza di minerali o oligoelementi?

Gli integratori alimentari di minerali od oligoelementi apportano un sostegno non trascurabile in caso di carenza individuata dopo esami appropriati.Una carenza di minerali o oligoelementi non è da prendere alla leggera, poiché può provocare complicazioni che si manifestano chiaramente nella vostra vita quotidiana!

Una carenza di ferro può provocare: difficoltà di concentrazione e di riflessione, stanchezza estrema, mancanza di forze, caduta dei capelli, unghie deboli, sindrome delle gambe senza riposo, sensibilità accresciuta alle temperature meteorologiche fredde.

Una carenza di magnesio può generare: iperemotività, ansietà, tremori, vertigini, insonnia, stato depressivo, crampi, spasmi, sensazione di oppressione al torace.

Una carenza di calcio: sono rare, ma quando si presentano possono generare una decalcificazione ossea (osteomalacia), crisi di spasmofilia, di tetania, problemi al ritmo cardiaco.