10 trucchi naturali anti-spilluzzicamento per perdere peso

Pink Photo Quote Women's Day Instagram Post

Spizzicare è il cattivo riflesso che induce a mangiare senza aver fame, per noia, stress, ansia o semplicemente per abitudine. Ma se si spilluzzica in modo compulsivo o addirittura pacato, il rischio è quello di causare uno squilibrio, non solo dell’equilibrio, ma anche della composizione dei pasti principali. Le ragioni dello spilluzzicamento sono molteplici: stress, affaticamento, golosità, bisogno di consolazione, ma in generale la scelta si indirizza verso i cibi grassi e i dolci. Scopri i nostri 10 trucchi naturali anti-spilluzzicamento che ti aiuteranno nel tuo percorso per perdere peso.

1. Evita le voglie di spuntini bevendo molta acqua

Il nostro corpo è composto dal 60-70% di acqua, gli specialisti raccomandano di berne 1,5 litri al giorno. Oltre ad aiutare il corpo a usare l’energia e i nutrienti presenti negli alimenti, contribuisce all’eliminazione delle tossine.
Trucco per dimagrire: Bevi a piccoli sorsi durante la giornata, in modo che lo stomaco si riempia lentamente e limiti così la nostra voglia di mangiare. Uno studio americano rivela che bere un bicchiere d’acqua prima di ogni pasto accelera la sensazione di sazietà e sarebbe quindi d’aiuto contro le voglie di spuntini in giornata.

2. Evita le voglie di spuntini facendo una colazione completa

Prendersi il tempo per consumare una vera colazione implica altrettante probabilità di non indulgere in mattinata! I nutrizionisti consigliano di consumare 3 pasti al giorno e di non saltare la colazione. Viene dopo un periodo di digiuno tra le 8 e le 10 del mattino. Deve fornire tra il 20 e il 25% dell’energia totale della giornata per evitare sensazioni di stanchezza fisica e mentale, nonché crisi ipoglicemiche.

Trucco per dimagrire: Preferire il pane integrale al pane bianco che ha un alto indice glicemico. Ricco di fibre, apporterà rapidamente una sensazione di sazietà e limiterà i rischi di spilluzzicare a metà mattina.

3. Evita le voglie di spuntini mangiando ad orari fissi

Abituato a mangiare ad orari precisi, il corpo secerne meno insulina, riducendo così la sensazione di fame. Inoltre: si prende il tempo per masticare e assaporare ogni boccone. Calcola almeno 20 minuti a pasto per avere la sensazione di aver mangiato abbastanza.

Trucco per dimagrire: Si consiglia di non saltare lo spuntino all’ora della merenda per non essere attanagliato dalla fame all’ora di cena. Prevedi spuntini leggeri (frutta, frutta secca, ecc.) che ti permetteranno di non indulgere nel corso della giornata.

4. Evita le voglie di spuntini prendendoti il tempo per masticare

Una cattiva digestione può causare gonfiore e mal di stomaco. Per evitarli, è fondamentale mangiare seduti con calma e masticare il cibo con cura.

Trucco per dimagrire: Occorrono 20 minuti affinché lo stomaco mandi un messaggio di sazietà al cervello. Se sei abituato a pasti veloci, prendi l’abitudine di posare la forchetta dopo ogni boccone e non riprenderla finché non hai masticato abbastanza.

5. Perdere peso bevendo tè verde

Il tè verde, in virtù del suo contenuto di polifenoli, è un potente antiossidante. Protegge quindi l’organismo dalle malattie cardiovascolari o degenerative, da alcuni tumori e dall’invecchiamento.

Trucco per dimagrire: Noto per i suoi effetti brucia grassi e diuretici, il tè verde favorisce l’azione degli ormoni sazianti nel nostro organismo. Per combinare l’azione di «soppressione dell’appetito» con quella antiossidante, si consiglia di lasciare in infusione 2,5 g di tè verde per almeno 2 minuti in acqua a temperatura superiore a 90° C e di berlo più volte al giorno.

6. Controllare l’indice glicemico degli alimenti

L’indice glicemico (IG) classifica gli alimenti in base alla loro glicemia (livello di glucosio nel sangue). Un alimento con un indice glicemico superiore a 50 induce il corpo a secernere troppa insulina, favorendo il deposito del glucosio sotto forma di grassi. Più basso è l’IG di un alimento, più lenta è la diffusione del glucosio e più il senso di fame tarda a farsi sentire.

Trucco per dimagrire: il metodo di cottura ha un impatto sull’IG degli alimenti. Pertanto, l’IG del riso a cottura rapida è 85, mentre quello del riso Basmati è 50. Quindi prediligi gli alimenti a lunga cottura.

L’indice glicemico di alcuni alimenti:

Patatine fritte: 95
Banana: 60
Cereali germinati (soia): 15
Pane ai cereali: 45
Pane bianco: 70
Fagiolini: 30
Cioccolato fondente (70%): 25

7. Evita le voglie di spuntini privilegiando gli alimenti ricchi di fibre

Gli alimenti ricchi di fibre contengono più vitamine e minerali. Se le fibre insolubili sono necessarie per una buona digestione, le fibre solubili regolano i livelli di glicemia e di colesterolo.

Trucco per dimagrire: Consuma gli alimenti ricchi di fibre a inizio pasto. Le loro fibre voluminose non verranno assimilate direttamente dall’organismo. Pertanto, la sazietà si manifesterà più rapidamente e perdurerà nel tempo. La valerianella, la mela e la melanzana sono, ad esempio, molto sazianti.

8. Dimagrire consumando limone

Il limone, oltre ad essere un potente antiossidante, previene la comparsa di alcuni tumori. Rappresenta anche un’ottima fonte di vitamina C, che aiuta a combattere i piccoli disturbi quotidiani.

Trucco per dimagrire: Se hai fame, spremi un limone in un bicchiere di acqua calda.
Puoi anche aggiungere il succo di un limone a 1,5 litri di acqua e portarlo con te. Il limone aromatizzante l’acqua incita quindi a bere di più. Favorisce l’eliminazione delle tossine.

9. Limitare lo stress per fermare la voglia di mangiare

È importante limitare lo stress, perché causa un aumento del cortisolo, un ormone che aumenta l’appetito e punta quindi sugli alimenti “zen”. Sono quelli che contengono magnesio (frutta e legumi secchi), acidi grassi omega 3 (ad esempio, pesce grasso, olio di colza e di noci) e vitamina B6 per favorire l’assimilazione del magnesio (cereali integrali, carni, pollame…).

stress

10. La fitoterapia per evitare di spilluzzicare

Le piante che hanno un effetto di soppressione dell’appetito sono delle piante ricche di fibre in grado di gonfiarsi (ad esempio, mucillagini) e sono efficaci solo se associate a un riequilibrio alimentare, a un’attività fisica regolare e a uno stile di vita generale. Questi soppressori dell’appetito moderano la fame e la loro azione è direttamente legata alla dose di fibre alimentari fornita dall’alimentazione.

peso

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail