Lo sport rende intelligenti?

SURFLo sport influenza le nostre capacità cerebrali?

La risposta è sì! Dimenticate il cliché « muscoli grossi = cervello piccolo »: leggete attentamente quanto riportato qui di seguito.

L’inconscio sociale parte dal principio secondo cui muscoli grossi sono forzatamente controbilanciati da un cervello piccolo. Tuttavia, l’influenza positiva dell’esercizio fisico sull’attività cerebrale è presa sul serio dalla comunità scientifica. Basati su  test psicometrici per determinare il QI (quoziente intellettivo), diversi studi clinici dimostrano che un allenamento regolare aumenta le prestazioni intellettuali. L’esercizio chiarisce le idee, migliora la memoria, agisce sull’umore come farebbe un antidepressivo e sul dolore come farebbe una sostanza oppiacea. Ma la cosa più impressionante è che lo sport ritarda l’invecchiamento del cervello ovvero modifica letteralmente la sua struttura, stimolando la crescita di nuove cellule nervose e creando nuovi circuiti neuronali.

E c’è un motivo. Il fattore neurotropico prodotto dal cervello (Brain-Derived Neurotrophic Factor o BDNF) è una piccola proteina concentrata nell’ippocampo, la corteccia e il prosencefalo basale, zone cerebrali indissociabili dell’apprendimento, del ragionamento e della memoria a lungo termine. È una sostanza detta neurotrofica che stimola la crescita delle nuove cellule nervose, creando nuove connessioni cerebrali. Esiste, per esempio, un collegamento diretto tra il tasso medio di BDNF e la perdita rapida di memoria.

Ora, un’attività fisica sostenuta conduce ad aumentare la produzione di BDNF, giocando un ruolo importante nell’attività cerebrale. Per scioccante che possa sembrare, coloro che praticano uno sport in modo intenso memorizzano molto più rapidamente in rapporto ai pantofolai! Uno studio recente ha esaminato un legame tra l’intensità dell’esercizio e il tasso sierico di BDNF. Quarantacinque partecipanti di età compresa tra i 18 e i 25 anni sono stati assegnati a caso a sei diversi esercizi di aerobica. I soggetti del gruppo di controllo sono rimasti seduti durante l’esperimento. Alla fine dello studio, i partecipanti provati dall’esercizio fisico più intenso hanno visto il loro tasso di BDNF impennare del 32 %  in rapporto al valore iniziale.  Quanto ai soggetti del gruppo di controllo, hanno perso più del 13 % di BDNF sanguigno (1) !

È stato anche messo in evidenza che la pratica di uno sport in modo vigoroso migliora i risultati scolastici, particolarmente nelle scienze. Questa scoperta è stata fatta da un équipe di ricercatori dell’università di Strathclyde, in Inghilterra, a partire da 4755 ragazze e ragazzi di 11 anni. Erano sufficienti dai 12 ai 17 minuti di attività fisica quotidiana supplementare per migliorare i loro voti in modo sorprendente (2).

E per quanto riguarda gli anziani? Uno studio realizzato da ricercatori dell’università del Texas su 37 adulti sedentari di età compresa tra i 57 ai 75 anni mette in evidenza che un esercizio regolare aumenta il flusso sanguigno in una regione cerebrale implicata nella memoria in fin di vita: la corteccia cingolata anteriore. Gli anziani che praticano 3 sessioni da un’ora alla settimana rispondono meglio ai test cognitivi rispetto a chi resta a casa  (3).

Infine, fare esercizio cardio-vascolare durante la gravidanza tre volte alla settimana  per 20 minuti favorisce uno sviluppo più rapido del cervello del futuro bébé ! I ricercatori hanno notato un’attività più elevata a livello della memoria, del linguaggio e delle parole nei neonati la cui madre praticava uno sport durante la gravidanza (4).

Riferimenti:

  1. Schmolesky MT, et al. The effects of aerobic exercise intensity and duration on levels of brain-derived neurotrophic factor in healthy men. J Sports Sci Med. 2013 Sep 1;12(3):502-11.
  2. Booth JN, et al. Associations between objectively measured physical activity and academic attainment in adolescents from a UK cohort. Br J Sports Med. 2013 Oct 22. doi: 10.1136/bjsports-2013-092334.
  3. Sandra B. et al. Shorter term aerobic exercise improves brain, cognition, and cardiovascular fitness in aging. Front. Aging Neurosci, 12 November 2013 doi: 10.3389/fnagi.2013.00075.
  4. Ellemberg D et al. Exercise during pregnancy gives newborn brain development a head start. The annual meeting of the Society for Neuroscience. Montreal. November 2013.

creatine-plus-1268

I nostri prodotti:

Creatina Plus irrobustisce il tuo cervello! Le persone che hanno beneficiato della creatina mostrano risultati migliori nella memoria e nell’intelligenza. Molto assunta dagli sportivi ad alto livello, questa molecola influenzerebbe le prestazioni cerebrali aumentando la capacità energetica del cervello.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *